Hai una richiesta? CLICCA QUI
+39 0432852112
Mobile : +39 3348107846 - +39 3339166009
via Roma, 196 - 33019 Tricesimo (UD)

Corsi per Docenti Scuola primaria

CORSI PER DOCENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

DECRETO LEGISLATIVO 19 febbraio 2004, n.59, art 5
La scuola primaria, accogliendo e valorizzando le diversità individuali, ivi comprese quelle derivanti dalle disabilità, promuove, nel rispetto delle diversità individuali, lo sviluppo della personalità, ed ha il fine di far acquisire e sviluppare le conoscenze e le abilità di base, ivi comprese quelle relative all'alfabetizzazione informatica, fino alle prime sistemazioni logico-critiche, di fare apprendere i mezzi espressivi, la lingua italiana e l'alfabetizzazione nella lingua inglese, di porre le basi per l'utilizzazione di metodologie scientifiche nello studio del mondo naturale, dei suoi fenomeni e delle sue leggi, di valorizzare le capacità relazionali e di orientamento nello spazio e nel tempo, di educare ai principi fondamentali della convivenza civile.
Image
La scuola è un’istituzione che fa propri e trasforma gli stimoli psico-pedagogici e culturali provenienti dall’ambiente e li restituisce rielaborati attraverso la formazione di scolari di cui si prende “cura”. Nello specifico la cognizione del bambino origina dai tipi di esperienza che dipendono dal fatto di avere un corpo dotato di diverse capacità senso-motorie e queste capacità individuali senso-motorie s’inscrivono esse stesse in un contesto biologico, psicologico e culturale più ampio.

L’approccio enattivo nella didattica studia l’organismo nella sua totalità (percezione, memoria, emozione) sullo sfondo dell’ambiente: ogni essere umano è chiamato in prima persona ad esprimere se stesso nella relazione con l’altro, ad interagire con lui in modo autentico, il che significa riconoscere nella propria persona i punti di forza e quelli di debolezza, la consapevolezza dei propri limiti e la propria storia. I principi di enazione, di coevoluzione e di intersoggettività sembrano offrire particolari spunti di riflessione all’attuale mondo educativo.

La riflessione in chiave enattiva può trovare nuovi spunti nella didattica innovativa, per cui se si parla del bambino non si parla di “oggetto” dell’educazione, ma di “soggetto” all’interno di un processo, dove educando ed educante si educano reciprocamente e in questa realizzazione si compie la coevoluzione.

Qualsiasi situazione educativo-scolastica deve tenere conto in che modo - a partire dal concetto di coevoluzione - sia possibile considerare la relazione educativa come un processo di adattamento costante, per cui all’interno di questa relazione il maestro e l'allievo, l’educatore e l’educando, siano costantemente impegnati in uno scambio intersoggettivo promosso dall’intenzionalità, dove nessuno dei due prevale, ma entrambi sono impegnati a cercare una condizione di adattamento cooperativo.
Image
Costruire la governance assieme agli scolari, seppur operando il “modellamento” didattico, relazionale, emozionale all’interno del gruppo-classe, è auspicabile per la crescita del bambino e funzionale inoltre alla maturazione del maestro stesso.
I corsi organizzati al Centro seguono le nuove indicazioni del curricolo e ruotano attorno i termini magici quali "competenze", "assi" "campi di esperienza", i quali non possono che rifarsi ad un'unica finalità che rispetti e promuova la realizzazione della persona.
logo.png
All rights reserved. Questo progetto è protetto dalla legge sul diritto d'autore. E' vietata ogni duplicazione, anche parziale, non autorizzata.
via Roma, 196 - 33019 Tricesimo (UD)
+39 0432852112
info@ologea.it
Ologea - Società Cooperativa Sociale ONLUS- P. IVA : 02864390303 -
Hosted by Webconsulting

Search